LE INCONGRUENZE DELLA STRAGE E I DUBBI STORICI NON IN ORDINE CRONOLOGICO

I motivi, gli studi, le parole, gli scritti e le analisi studiate dal regista, da storici e da testimoni relativamente alla strage.

(pagina in evoluzione)

 

Copia tu he copio anch'io. La storia vista dai  libri acritica e fatta con il copia ed incolla e a stampino - in costruzione -

-----0----

 

Sull'aspettarsi la rappresaglia.

  • 1 -Dal CLN (verso il 20 aprile 1945 data da accertare) Comitato di Liberazione Nazionale DIRETTIVE MILITARI E POLITICHE PER L'INSURREZIONE. "E' da prevedersi un accrescersi delle rappresaglie nazifasciste. Questo sarò motivo per allargare la nostra azione e per chiamre nuove masse alla lotta per liberarci più rapidamente dai nostri oppressori.
  • 2 - Stragi nazifasciste in Italia dal 1943 al marzo 1945  N° 5073 e  nel Veneto fino a marzo 1945 N° 16 -  nell'aprile 1945 nel Veneto fino al 28 aprile N° 191 (da www.straginazifasciste.it)
  • 3 -Affermazione di Graziano Verzotto dal Mattino di Padova 26 /04/2008"Graziano Verzotto ha voluto ringraziare più volte i suoi concittadini per l'accoglienza ed il reinserimento «a Santa Giustina, alla quale ho dato dispiaceri non voluti, ma anche notorietà. I dispiaceri erano del tutto non ricercati; non pensavamo minimamente che i tedeschi avrebbero avuto una reazione cosi terribile contro gente civile ed innocente»."
  • 4 - Santa Giustina in Colle come qualsiasi altro paese e città del Veneto (e d'Italia) era tappezzata di manifesti tedeschi che riportavano rappresaglie in caso di uccisione di soldati tedeschi (il tristemente famoso 1 a 10). Per Santa Giustina vedi intervista video al Sig. Colombo, uno dei sopravvissuti alla strage.

INCONGRUENZA: E' credibile che i partigiani di Graziano Verzotto - ed egli stesso - non sapessero nulla delle stragi e sulle rappresaglie "così terribili" ?

 

-----0----

 

Sui soldati  tedeschi uccisi a Santa Giustina che avrebbero dato il via alla rappresaglia

 

  • Dagli scritti di Graziano Verzotto egli idichiara che durante la mattina del 29 aprile prima della strage, mentre comandava i suoi uomini: "... uccidemmo due S.S. e li costringemmo ad una sosta" (documento alla pagina documenti di questo sito)
  • Dalla denuncia ad Ada Giannini sempre sul 29 aprile 1945 Verzotto scrive: "Procurammo alcuni morti e feriti"
  • La guerra era ormai finita, i presidi fascisti avevano deposto le armi, i tedeschi si ritiravano. Sulla piazza di Santa Giustina erano rimasti solo due soldati tedeschi, attardatisi sulla loro motocarrozzetta ed in procinto di raggiungere il loro reparto già transitato.Con uno di quei gesti insensati e vili di cui purtroppo abbonda la letteratura resistenziale di quei giorni, Graziano Verzotto, appostatosi coi suoi all’interno della canonica, aprì il fuoco contro i due tedeschi. Il soldato del sidecar restò fulminato, ma il pilota riuscì a fuggire e corse ad informare gli altri dell’accaduto. (di cui a seguito la rappresaglia).  da : I giorni di Caino di Antonio Serena
  • 2 tedeschi uccisi a Santa Giustina in Colle il giorno prima della strage: " - in costruzione -"
  • 2 brigatisti neri uccisi - in costruzione -

 

 

INCONGRUENZA - Dei morti dichiarati dal capo partigiano Graziano Verzotto il 29 aprile 1945 non esiste nessuna traccia, né testimonianza, né archivo tedesco dei caduti in guerra. Per quale motivo quindi questa affermazione?  Non esistono prove o conferme del tedesco ucciso sul sidecart -in costruzione -

 -----0-----

 

Il campanile brucia? Ma a che ora?

 

  • Secondo Librallon il campanile viene bruciato dai tedeschi durante la rappresaglia
  • Secondo le tesimonianze raccolte dall'Avv. Beghin nel suo libro si conferma questo fatto
  • Secondo Graziano Verzotto in una sua relazione: "Compita la strage i barbari incendiarono il campanile e si allopntanarono con gli automezzi e con le loro robe cantando"

INGONGRUENZA -  Non coincide la versione degli storici e del partigiano Librallon e di altri testimoni sul momento in cui i tedeschi bruciarono il campanile. La versione di Graziano Verzotto è inspiegabile.

 

 

 -----0-----

 

Sulla vicenda di Ada Giannini e delle donne incarcerate ma innocenti

 

 

 -----0-----

Della riapertura delle indagini

 -----0-----

 

Dei carri armati mai visti

 -----0-----

 

Delle incongruenze della storia delle vedette sul campanile

 

 -----0-----

 

Del numero dei tedeschi presenti quel giorno

 

 -----0-----

 

Della mancanza di fori di proiettili sui muri

 

 -----0-----

 

Sulla presenza o meno del comandante dei Partigiani Graziano Verzotto

 

 -----0-----


Degli orari tutti diversi

 

 -----0-----

 

Della presenza o meno la mattina della strage del Comandante Graziano Verzotto

 

 -----0-----

 

Della morte del Partigiano Russo

 -----0-----

 

Dell'accerchiamento di Santa Giustina in Colle da parte tedesca

 -----0-----

 

Del numero degli ostaggi rastrellati

 

 -----0-----

 

 Sugli orari della cattura dei rastrellati rispetto a Don Lago

 

 

 -----0-----

 

 

Delle ingoncruenze delle testimonianze alla Commissione Militare Americana

 

 

 -----0-----

 

Delle in congruenze fra l'atto di accusa/difesa/assoluzione per tradimetno a Graziano Verzotto

 

 

 -----0-----

- continua -