QUALCUNO METTE IN GIRO STRANE VOCI

Ci è giunta voce che qualcuno dice che il documentario durante le proiezioni, sia stato contestato dai presenti in sala.

 

In realtà non è stato assolutamente così,  è una fake news a nostro parere visto che  eravamo in tanti durante le proiezioni.

 

Poi, visto che qualcuno registrava... basta ascoltare le registrazioni.

 

Nel febbraio 2016 sono state fatte 4 proiezioni a Santa Giustina in Colle nella sala,  parrocchiale, proiezioni che hanno raccolto con una lunga serie di applausi il docufilm e la partecipazione finale della gente nel complimentarsi con troupe e regista. Sala gremita e gente in piedi.

 

Poi una ulteriore proiezione è stata fatta il 27 aprile. A quella serata era presente oltre a molti storici di vario livello, molti cittadini e il fratello di Graziano Verzotto, Luigi Verzotto.

 

ALla fine c'è stato un dibattito lusinghiero sul documentario, dove addirittura il regista è stato contattato da nuovi testimoni dell'epoca che hanno riportato fatti nuovi e confermato alcuni descritti nel documentario.

 

Si è erga contro il documentario, solo la parola di  Antonio Guidi il quale intervenendo ha detto, citiamo: "La storia non si fa così, non si può cambiare una storia accettata da 70 anni".

 

- continua -